Whistleblowing

Le Leggi 190/2012 (c.d. Legge Anticorruzione) e 179/2017 hanno introdotto delle disposizioni per la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti, a seguito delle quali è stata definita una misura finalizzata a favorire l’evidenza degli illeciti, nota come Whistleblowing.
Il Whistleblowing è la procedura volta a incentivare le segnalazioni di illeciti e ad assicurare delle specifiche forme di tutela per i segnalanti (whistleblower) che segnalano condotte illecite di cui sono venuti a conoscenza all’interno dell’ambiente di lavoro.
L’ Autorità Nazionale per l’Anticorruzione (ANAC) ha emanato nel 2015 le linee guida in materia di tutela dei dipendenti pubblici, determinando l’applicazione alle Pubbliche Amministrazioni e agli Enti di diritto privato in controllo pubblico di livello nazionale e locale.

L’ ANAC, con la delibera n. 6 del 28 aprile 2015, ha pubblicato una Gara Pubblica per la realizzazione di una Piattaforma Software per la gestione delle condotte illecite, utilizzando una piattaforma e tecnologie open-source.
La LASER ROMAE è risultata aggiudicataria dell’ Appalto e ha condotto le attività di sviluppo, customizzazione e messa in esercizio del Sistema di gestione delle segnalazioni di condotte illecite (c.d. Whistleblowing) di ANAC.
L’ ANAC intende mettere a disposizione delle Amministrazioni Pubbliche e delle Imprese la tecnologia e la Piattaforma realizzata, consentendo un notevole risparmio di risorse per adempiere al disposto normativo.

Il Sistema

In data 8 febbraio 2018 ANAC ha reso disponibile il Sistema Whistleblowing, sviluppato dalla LASER ROMAE, per l’acquisizione e la gestione delle segnalazioni di illeciti, nel rispetto delle garanzie di riservatezza previste dalla norma vigente.

Il Sistema Whistleblowing si compone di:

Dotazione di una piattaforma al posto dei tradizionali sistemi
Semplificazione delle procedure di gestione delle segnalazioni
Integrazione della piattaforma all’interno delle applicazioni istituzionali
Misure più efficaci per garantire la tutela della riservatezza

Il processo di gestione del Whistleblowing è organizzato per fasi di trattazione:

1
Ricezione segnalazione

2
Esame segnalazione

3
Istruttoria

4
Definizione

5
Trasmissione Uffici Competenti

I punti di forza nell’adozione del Sistema di Whistleblowing sono:

Trattazione di segnalazioni anonime
Pubblicazione della procedura di WB su “Amministrazione Trasparente”
Precisi termini di avvio/conclusione della trattazione della segnalazione
Approfondimenti istruttori mediante colloqui con il WB in “campo neutro”
Constante comunicazione della presa in carico a vertice politico/burocratico
Tempestivo recupero delle segnalazioni inviate
Diversificazione dei canali di acquisizione delle segnalazioni
Garanzia di sicurezza nella trattazione dei dati

Il Sistema di Whistleblowing è fruibile da differenti tipologie di utenti, i quali sono classificati in:

Segnalanti Istruttori Custodi Utenti

Piattaforma

Il Sistema di Whistleblowing è accessibile da un qualsiasi Browser Web, attraverso un’interfaccia utente semplice ed intuitiva. Registrando la segnalazione, si otterrà un codice identificativo univoco “key code”, che dovrà essere utilizzato per “dialogare” con l’Amministrazione Pubblica in modo spersonalizzato e per essere costantemente informati sullo stato di lavorazione della segnalazione

L’utilizzo del Sistema di Whistleblowing garantisce massima rapidità di trattazione della segnalazione, attraverso la compilazione di un questionario, in cui saranno richieste le seguenti informazioni:
Amministrazione coinvolta
Qualifica e mansione del segnalante
Condotta segnalata
Periodo temporale
Soggetti coinvolti
Eventuali benefici acquisiti
Eventuali imprese implicate

Completato il formulario, il segnalante riceverà il codice che gli consentirà di dialogare in forma anonima con la Pubblica Amministrazione e seguire l’iter della procedura. Successivamente il segnalante potrà aggiungere informazioni, caricare documenti allegati, ricevere richieste dagli Uffici dell’Amministrazione, inviare precisazioni.

Sicurezza

Il Sistema di Whistleblowing assicura che le comunicazioni tra la Pubblica Amministrazione e il Segnalante risulteranno sempre crittografate e inaccessibili.

Nessuno, persino la Pubblica Amministrazione, potrà accedere liberamente all’identità del Segnalante, necessitando una richiesta specifica al depositario incaricato (Custode).

A maggior tutela dell’identità del Segnalante, il Sistema di Whistleblowing sarà accessibile anche attraverso una rete TOR (The Onion Router). La rete TOR garantisce, oltre alla tutela del contenuto della trasmissione, anche l’anonimato delle transazioni tra il Segnalante e la Pubblica Amministrazione, rendendo il traffico anonimo.

Laser Romae

La LASER ROMAE offre la possibilità di adottare il Sistema di Whistleblowing realizzato per ANAC nell’infrastruttura del Cliente, personalizzando l’interfaccia grafica, le funzionalità e i questionari. Il Servizio garantisce:

Helpdesk e Supporto di I e II livello
Servizio di Manutenzione Adeguativa Correttiva (MAC)
Servizio di Manutenzione Evolutiva (MEV)
Supporto post-avviamento
Formazione

La LASER ROMAE offre la possibilità di adottare il Sistema di Whistleblowing in modalità “Software as a Service (SaaS)”, attraverso una piattaforma applicativa Cloud che assicura elevati livelli di performance, sollevando il Cliente dagli oneri di installazione, configurazione e manutenzione.
Il canone annuale include, oltre all’utilizzo della Piattaforma:

Assistenza e supporto tecnico
Aggiornamento periodico del Sistema e della documentazione
Formazione
Comunicazione Periodica

Per avere chiarimenti o richiedere un’offerta personalizzata per l’adozione del Sistema di Whistleblowing è possibile scrivere all’indirizzo: info@laserromae.it.

Per sapere di più sulla Laser Romae Visita il sito